CHI SIAMO

UN FELICE CONNUBIO
TRA STORIA ANTICA
E MODERNA

Era il 1990 quando Domenico Postiglione, imprenditore e dottore in Agraria, si innamorò di un terreno delle colline salernitane e decise di dare sfogo al suo sapere, alla sua creatività e alla sua fantasia. Una collina di 14 ettari abbandonata dai contadini non lo intimorirono perché era ben più vivida in lui l’immagine di quella stessa terra di nuovo rigogliosa e verdeggiante, pronta ad una piena rinascita nel rispetto della sua vocazione naturale.

Nel 1993 iniziarono i lavori di sistemazione idrogeologica, miglioramento fondiario e messa a dimora di un vasto uliveto.

Dopo circa 15 anni di lavori, nel 2005 il Centro sportivo fu la prima area della Tenuta dei Normanni ad essere inaugurata, mentre nel 2009 la Villa del Normanno aprì le sue porte al pubblico per ospitare eventi esclusivi.

I Normanni a Salerno

Intorno al Mille fecero la loro comparsa in Italia meridionale i Normanni, come soldati mercenari. Tra essi si distinse Roberto il Guiscardo della famiglia Altavilla che è stato il primo principe normanno di Salerno.
Grazie alle sue abilità in battaglia ed alla sua spiccata furbizia, in pochi anni combatté in gran parte del sud Italia e sposò, in seconde nozze, la principessa salernitana Sichelgaita.

Le verdi colline di Giovi, che sovrastano la città, erano una riserva di caccia prediletta dai principi e dai nobili Normanni e molte tracce del loro passaggio sono state rinvenute nell’attuale area naturalistica infatti, la sala principale della Tenuta dei Normanni espone l’altorilievo a grandezza naturale di un cavaliere normanno ed è denominata “Sala del Normanno”.

L’avvio dell’ospitalità all’interno della Tenuta è del 2013, con l’inaugurazione di un edificio con quattro case vacanza indipendenti, destinate all’accoglienza turistica, mentre nel corso del 2020 Tenuta dei Normanni – Hospitality si arricchisce di nuovi appartamenti dotati di ogni comfort e rivolti al destination wedding e al turismo, che portano a 60 il numero complessivo di posti letto.

 L’ideale per un soggiorno di relax, immersi nella rigogliosa macchia mediterranea, che regala angoli suggestivi come il laghetto con la cascata del Guazzariello.

La storia di un sogno

Il sogno di Mimmo Postiglione è divenuto in questi trent’anni una straordinaria realtà portata avanti dalla moglie Maria e dalle sue figlie Paola e Stefania grazie ad una passione tenace e ad una visione del futuro che non si ferma mai e ancora oggi dà i suoi frutti.

 

Lorem ipsum dolor sit amet, con-
sectetuer adipiscing elit, sed diam no-
nummy nibh euismod tincidunt ut la-
oreet dolore magna aliquam erat vo-
lutpat. Ut wisi enim ad minim veniam,
quis nostrud exerci tation ullamcorper
suscipit lobortis nisl ut aliquip ex ea
commodo consequat. Duis

Passato, presente, futuro